venerdì 29 aprile 2011

ovetti ripieni di mousse al cioccolato bianco e fragole






Questo e' uno dei due dolci che ho preparato per i miei ospiti per il pranzo
di Pasquetta.
Ovetti Kinder ripieni di mousse al cioccolato bianco e fragole, il secondo :
millefoglie alle fragole troverete la ricetta cliccandoci sopra.
Ho farcito diversi ovetti e mezzo uovo kinder.
Devo dire che e' piaciuto molto , specialmente per chi adora la cioccolata kinder.
Questa ricetta l' ho trovata su in tavola mensile di cucina di aprile 2011

INGREDIENTI

10 ovetti kinder
gr.150 cioccolato bianco
gr.250 panna fresca
2 cucchiai zucchero a velo
1 cucchiaio zucchero semolato
1 cucchiaio limoncello (io non l'ho messo)
gr.60 albume
3 gr. gelatina in fogli
gr.120 fragole + per decorare


PROCEDIMENTO

Tagliare le fragole e conditele con lo zucchero semolato e chi vuole il limoncello.

Mettete in ammollo la colla di pesce in acqua fredda

In microonde o a bagnomaria sciogliere il cioccolato.

Montate gli albumi a neve con il cucchiaio di zucchero velo.

Incorporate gli albumi a neve molto ferma con il cioccolato fuso raffreddato.


Mettete in un pentolino lo sciroppo lasciato dalle fragole macerate, riscaldatelo
e scioglietevi la colla di pesce ben strizzata e asciugata .

Unite lo sciroppo al composto del cioccolato fuso

Montate la panna fresca con un cucchiaio di zucchero velo.

aggiungete la panna e le fragole al composto.

Dividete gli ovetti e farciteli con la mousse e teneteli in frigo per alcune ore.
Decorateli con un pezzo di fragola.


Con questa quantita' di mousse farcirete 20 mezze uova kinder.
Spolverizzateli con un po' di zucchero velo.

con questa ricetta partecipo a questo contest di Tina e VIKYART


Inserisci linkPartecipo al 1° contest di Gianni
Cucina a prova di bambino

BUONA DEGUSTAZIONE
ANTONELLA




sabato 23 aprile 2011

uovo al cioccolato portafortuna




Ecco qui , ho fatto un altro uovo,( non sono una gallina, almeno spero)
Con lo stampo che mi hanno mandato alcioccolato.com ho creato il mio
secondo uovo , double-face questa volta.
Abbiamo il lato A e il lato B.
Questo uovo andra' in regalo ad un ragazzo, percio' non potevo mettere
fiori, farfalle o pulcini, mi e' venuto in mente di fare delle coccinelle che
sono per antonomasia dei portafortuna, cosi' per esagerare ho aggiunto
dei quadrifogli.....
Stai attento Luca , se farai una grossa vincita al totocalcio voglio la mia
parte ....ihihih.
Percio' foodblogger , se sono riuscita io a fare 2 uova al cioccolato,
provate anche voi e poi portatemi il vostro uovo per partecipare al contest
potete vincere un regalo a sorpresa.
Mi raccomando il contest scade il 1 maggio 2011.
Qui sotto ci sono i passaggi della decorazione con mmf.






Volevo informarvi che hanno fatto un post in un sito importante e ci sono
anche anch'io insieme alcioccolato.com
Il sito e' www.style.it andate a vedere.



ORA VOGLIO FARE TANTI AUGURI A TUTTI VOI


CHE SIA UNA PASQUA SERENA PER TUTTI VOI
PER ME LO SARA' SICURAMENTE
PERCHE' SARO' CON LA MIA FAMIGLIA

BUONA PASQUA
ANTONELLA



venerdì 22 aprile 2011

colomba con l' uovo o titola

Anche le colombe con le uova sono pronte, e' importante portare avanti le
tradizioni di famiglia, ci ricordano le persone che non ci sono piu', sono la nostra
vita , i nostri ricordi e mi auguro anche il nostro futuro.
Questo e' un dolce che si prepara per la Pasqua. A Trieste si chiamano titole.
Ricordo quando ero piccola io e mio fratello mettevamo le colombe, alla vigilia di
Pasqua, sul davanzale della finestra, perche' dicevano che durante la notte
volavano verso il santuario di Barbana per farsi benedire.
Il mattino dopo le ritrovavamo sul davanzale e noi piccoli eravamo convinti
che avessero viaggiato tutta la notte.
Quest' anno Tommaso verra' qui a Grado a prendersi la sua colomba,
sara' bellissimo stare insieme con la propria famiglia.

INGREDIENTI
per 5 o 6 pezzi
gr.500 farina manitoba
gr.10 lievito di birra,
gr.125 zucchero,
1 uovo + 2 tuorli
ml.100 latte tiepido
la scorza grattuggiata di un limone
1 cucchiaino miele
sale,
gr.100 burro
1 tuorlo per spennellarle
le uova colorate.

PROCEDIMENTO


Lessare le uova con i colori alimentari con qualche cucchiaio di aceto .


Sciogliere il lievito con il latte tiepido.
Impastare un quarto della farina con il lievito e con 1 cucchiaino di miele. Coprite con un tovagliolo e lasciate lievitare.
Dopo un ora aggiungete all'impasto un altro quarto di farina, meta' del restante zucchero, meta' del burro, e 1 uovo. Impastate con forza e abbastanza a lungo. Coprite con un tovagliolo e lasciate lievitare per 2 ore.
Riprendere l' impasto agginugere il sale, il resto degli ingredienti. Impastate finche' la pasta risulti morbida e non appiccicosa.

Lasciate ancora lievitare fino a quando raddoppiera' di volume.

Dividete la pasta in varie rotolini di circa 30 cm. e intrecciarli come
ho fatto io nelle foto qui sopra.

Spennellatele con il tuorlo d' uovo .
Mettetele in forno preriscaldato a 180 gradi e cucinare per 20 minuti circa

Lasciatele raffreddare e mettetele in un sacchetto per alimenti di nylon,
cosi' saranno morbide per alcuni giorni.


Naturalmente prima di mangiarle lasciatele volare al Santuario
piu' vicino a voi per farle benedire e la mattina di Pasqua mangiatele.

AUGURI DI BUONA PASQUA
ANTONELLA

sabato 16 aprile 2011

pinza o fugassa triestina


Questo e' il dolce tipico pasquale della nostra tradizione, non puo' mancare
nelle nostre tavole.
Io le faccio ogni Pasqua, ma quest' anno ho voluto variare la ricetta.
Girovagando per internet ho trovato un blog:il profumo di lievito .
Adriano e' il maestro dei lievitati, cosi' ho preso degli spunti per questa ricetta.

E' un dolce da mangiare per colazione la mattina di Pasqua.
Sono poche le persone che fanno le pinze in casa, magari guardando la mia
ricetta , vi renderete conto che non e' difficile da realizzare, ci vuole solamente
tempo e organizzazione, ma la soddisfazione e' grande .

INGREDIENTI
per 3 pinze da gr. 750
gr.800 farina manitoba+ gr.300 farina 0
ml.200 latte tiepido
6 uova + 1 uovo per spennellare
gr. 300 burro
gr.250 zucchero
gr.20 lievito di birra
gr.18 sale
miele
1 bacca di vaniglia
2 fialette di rum
la buccia grattuggiata di un limone e una arancia
uvetta facoltativa

PROCEDIMENTO

ore 15
Facciamo il lievitino: sciogliamo il lievito nel latte tiepido , un cucchiaino di
miele e gr. 190 di farina presa dall' insieme delle 2 farine.
Lasciate lievitare per 45 minuti.
Ore 15:45
Quando e' lievitato aggiungere 2 uova (se adoperate la planetaria usate il
gancio a foglia alla velocita' 1), spolverate con un po' di farina e un po' di
zucchero, aggiungere uno alla volta il resto delle uova spolverando sempre
con la farina e zucchero, fino all'esaurimento degli ingredienti.
Dopo l' ultimo uovo aggiungete il sale, 2 cucchiai di miele .
(Aumentiamo la vel. a 1,5 e lasciamo incordare)


Ora aggiungiamo la scorza degli agrumi grattuggiata, il burro, il rum e i semini
della bacca di vaniglia.

Incordate e montiamo il gancio e impastiamo bene finche' risultera' liscia e ben
legata.

ore 16:30
Mettete la pasta in un contenitore e ponetela in forno spento ,ma con la luce accesa fino a quando raddoppierà .
ore 20:00 circa
Lavorate l'impasto a mano, fate la pirlatura, (formate una palla) mettetela in un contenitore con coperchio e ponetela in frigorifero per almeno 12 ore.
Tirare fuori dal frigo 2 ore prima di usarla.

ore 8 del mattino dopo.
Tirare fuori l'impasto dal frigorifero e lasciatelo a temperatura ambiente per 2 ore.

ore 10:00
Mettiamo nel tavolo la pasta e fate le piegature come vedete dalla foto.

Copriamo a campana l' impasto per 30 minuti.

eccola qui dopo passato il tempo.

Chi ama l' uvetta l' aggiunge in questo passaggio.
Dividete in 3 pezzi la pasta e fate delle palle, mettetele sopra ad un pezzo di
carta forno.
Lasciatele riposare per circa 4 ore in forno spento , ma con la luce accesa.

Spennellarle con l' uovo ,

tagliatele come ho fatto io con un cutter o una lametta da rasoio bagnati con
l' acqua tiepida
se vedete ci sono 2 tagli ondulati.Ora mettetele in forno a 180 gradi per 40
minuti, fate la prova dello stecchino.
Se vedete che si scurisce troppo mettere sopra un pezzo di carta forno.

Io ho cambiato forno da poco e si sono scurite un po'.

Quando saranno ben fredde mettetele in un sacchetto per alimenti di nylon.

Spero di esservi stata utile, provate vedrete che non e' poi cosi' difficile.

BUONA DEGUSTAZIONE
ANTONELLA
con questa ricetta partecipo al contest
metti la Pasqua in tavola