sabato 29 gennaio 2011

crumble ai frutti di bosco

Mi sono appassionata ai crumble, mi piacciono tanto e sinceramente sono facili da fare e molto veloci.
Questo e' con i frutti di bosco, ma ci sono anche le melee le nocciole.

INGREDIENTI
2 mele tipo delizia
una busta di frutti di bosco surgelati
nella stagione quelli freschi
g. 80 nocciole tritate
gr. 80 burro
gr. 50 zucchero semolato
un bicchierino di cognac o brandy
per le briciole
gr.125 burro
gr.125 zucchero di canna
gr.160 farina 00

Procedimento

 Sciogliere il burro con lo zucchero


Mettere le mele tagliate a dadini

 rosolare a fuoco vivace e sfumare con il cognac, spolverizzare con la cannella.

 aggiungere le nocciole tritate

 
e aggiungere i frutti di bosco gia' scongelati

Mettete il composto in una pirofila da forno imburrata.
 
 
Prepariamo le briciole, levate un po' prima il burro dal frigorifero. In una terrina mettete la farina, lo zucchero di canna e la farina. Mescolate all' inizio con un mestolo di legno

poi sbriciolate il composto con le dita





Mettete le briciole sopra al composto e infornatelo in forno preriscaldato a 180
gradi per 30 minuti.
E' buono sia caldo che tiepidoche freddo, buono comunque
Servitelo  magari accompagnato da panna fresca montata, non zuccherata.

 BUONA DEGUSTAZIONE
ANTONELLA








giovedì 27 gennaio 2011

pan missiao



Questo e' un pane dolce, misto con farina 00 e farina di mais gialla.
Mi ricorda molto la mia gioventu' , quando lavoravo in un panificio
come commessa ed ero circondata da questi profumi.
La ricetta me l' ha data mio cugino Claudio che fa il panettiere.

INGREDIENTI

gr.250 farina 00
gr.250 farina gialla di mais
ml.250 acqua
gr.100 uva sultanina
olio di semi
gr.100 zucchero
gr. 50 lievito
sale

PROCEDIMENTO



Innanzitutto far bollire l'acqua tenere da parte un po' persciogliere il lievito ,
aggiungere la farina di mais con l' aiuto di un frustino
facendo attenzione di non lasciare dei grumi.
Aggiungere il lievito sciolto nell' acqua tiepida, lo zucchero, il sale e 3 cucchiai
di olio di semi.
Quando avete impastato tutti gli ingredienti aggiungete l' uvetta.
Formare una palla e mettetela a lievitare in un luogo caldo.
Quando sara' raddoppiata di volume , riprendetela tra le mani e lavoratela
Formate una palla e lasciatela lievitare ancora per un ora.
Mettere in forno preriscaldato av 180 gradi per 35/40 minuti.

Non e' un dolce , ma un pane dolce.
ANTONELLA

mercoledì 26 gennaio 2011

muffins cuore di bacetti







INGREDIENTI
gr.300 farina per dolci
gr. 150 zucchero
2 uova
gr. 120 burro
1 vasetto yougurt intero
ml. 100 latte
1 bustina di lievito
sale
bacetti perugina

PROCEDIMENTO

Lavorare le uova con lo zucchero, fino a quando non saranno spumosi.
Incorporare il burro fuso, e piano piano tutti gli ingredienti.
Mettere un po' d' impasto nei pirottini e aggiungere un bacetto
nel centro e ricoprire con il resto del composto.

Infornare per 20 minuti circa a 180 gradi.


BUONA DEGUSTAZIONE
ANTONELLA

domenica 23 gennaio 2011

cheesecake ai frutti di bosco



Una torta speciale per una persona speciale.
Sembra uno slogan, invece e' proprio cosi', ho fatto questo cheesecake
ispirandomi al mio ospite.
INGREDIENTI
per la base
gr.250 biscotti digestive
gr. 70 burro
per la crema
gr.250 panna fresca
gr.250 ricotta
gr.250 philadelphia
gr.125 zucchero a velo
gr. 15 colla di pesce
frutti di bosco gr.200 anche surgelati
per il topping
1 vasetto marmellata ai frutti di bosco

PROCEDIMENTO
Frullare i biscotti e sciogliere il burro.
Mettere in una terrina le briciole dei biscotti e bagnarle con il burro fuso.
Amalgamare bene, affinche' il burro bagni tutti i biscotti.

Foderare uno stampo apribile da 24 cm. con la pellicola trasparente.
Fate la base con i biscotti, premeteli molto bene.
Iniziamo con montare la panna e poi tenetela in frigo.
Montare la ricotta e il formaggio philadelphia con lo zucchero a velo.
Se i frutti di bosco sono surgelati scongelateli.
Scaldate 2 dita di latte e sciogliete la colla di pesce e incorporatela alla crema.

ora incorporate alla crema
 aggiungere i frutti di bosco e mescolare bene,

aggiungere la panna e mescolate piano dal basso verso l' alto.
 Mettete dentro lo stampo e livellatela.
Mettete in frigo per almeno 4 ore.

 Qui e' pronta per essere decorata

.
Ora prepariamo il topping con la marmellata riscaldandola un attimo
e frullatela.
Mettetela sopra la torta e rimettete il tutto in frigorifero fino al
momento di servirla.

Buona degustazione
Antonella









venerdì 21 gennaio 2011

Tarte Tatin



 

Ieri sera ho organizzato una cena a casa mia tra amici.
Ho cucinato tutte pietanze francesi che postero' nel mio blog;
La cucina di Antonella
Qui metto i due dolci.
Ecco il primo...Tarte Tatin, per chi ama le mele.
La leggenda narra che 2 sorelle Tatin avevano un albergo, una si occupava
dell' accoglienza dei clienti e l'altra della cucina.
Un giorno nella fretta la sorella cuoca mise in forno la sua torta con le mele,
si dimentico' di mettere sotto la pasta brise', cosi' mise la pasta sopra le mele
e la inforno'
Quando fu pronta la capovolse sopra un piatto e la servi' , cosi' nacque la
tarte Tatin.

INGREDIENTI
per la pasta brise'
ml.70 acqua ghiacciata
gr.200 farina per dolci
gr.100 burro freddo
sale
oppure:
1 pasta brise' confezionata
per il ripieno
8 mele farinose
gr.250 zucchero
gr.75 burro

PROCEDIMENTO
la pasta brise'
Impastate tutti gli ingredienti in una terrina velocemente per non
sciogliere il burro. Formate una palla e mettete in frigo per 40
minuti.
Imburrare uno stampo che puo' essere usato anche nei fuochi del fornello.
Mettere tutto il burro a fiocchetti. Aggiungere 3/4 dello zucchero.
Sbucciate le mele e tagliate in 4 pezzi e mettetele nello stampo con il dorso
sotto, aggiungete un po' di zucchero
Ora mettete le mele con il dorso sopra e ricoprite tutti gli spazi e finite lo zucchero.
Mettete lo stampo con le mele sul fuoco vivace per circa 15 minuti, fino
a quando lo zucchero si colora, non deve bruciare.
Aquesto punto spegnere e lasciare raffreddare un po'
Intanto infarinate la spianatoia e tirate la pasta.
Ricoprite le mele e spingete la pasta verso l' interno in modo che si formi
un bordo interno.
Mettete in forno preriscaldato a 230 gradi per 15 minuti e poi abbassate
a 180 per altri 15 minuti.
Sfornate la torta e capovolgetela subito in un piatto di portata , non si deve
raffreddare o non si riuscira' a staccarla.
Gustatela tiepida, ma anche fredda e squisita.

BUONA DEGUSTAZIONE
ANTONELLA

domenica 16 gennaio 2011

Bavarese di mandorle con salsa di lamponi




Questa e' una bavarese molto delicata e si sposa benissimo con il sugo dei lamponi.

La ricetta l' ho presa da questo libro ricevuto in regalo.
Con questi ingredienti farete 4 monoporzione e quella ciambella . Ho adoperato questo stampo a ciambella con le punte perche' me l' ha regalato mia cugina Deborah. Sembra una corona da principessa...non
vi pare?
INGREDIENTI
gr.220 zucchero, io ne ho messo 50 gr. in meno
ml.200 latte
gr. 200 lamponi frullati
gr.150 farina di mandorle
gr.125 panna montata fresca
gr. 15 zucchero a velo
6 fogli di gelatina

PROCEDIMENTO


Sciogliere la gelatina nel latte bollente,

 Aggiungere la farina di mandorle e lo zucchero. Lasciate raffreddare il composto.
Aggiungere la panna montata, mescolare delicatamente, dal basso verso l'alto.

Mettere la bavarese sugli stampi o sullo stampo, come si preferisce. Riporla per almeno 6 ore in frigorifero.

Lavare delicatamente i lamponi e mettete ad asciugare sopra la carta.
Frullateli con lo zucchero a velo e poi passateli con un colino per eleminare i semini.

 Sformare la bavarese e accompagnatela con la salsa di lamponi


Eccola qui....deliziosa.

BUON APPETITO
ANTONELLA

giovedì 13 gennaio 2011

il mio viaggio in Francia prima parte

Siamo partiti dall' aereoporto di Venezia il 27 dicembre e arrivati a Pau
con scalo a Lione, dove abbiamo trovato tanta neve e abbiamo avuto
un ritardo.

Da Pau siamo andati a Navarrenx, ridente cittadina della regione a sud della
Francia , nella regione di Aquitania a pochi chilometri dai Pirenei e pochi
chilometri dalla costa atlantica e vicino al confine con la Spagna.

Navarrenx e' circondata da mura medioevali.

Qui si possono vedere due statue che rappresentano i pellegrini che vanno
in pellegrinaggio a Saint Jacques de Compostela.
Questa e' una partenza.
Il Cammino di Santiago di Compostela è il lungo percorso che i pellegrini
fin dal medioevo intraprendono attraverso la Francia e la Spagna, per giungere
al Santuario dove ci sarebbe la tomba di Giacomo il Maggiore.


La pesca è una grande attrazione turistica in questa regione, del
resto, Navarrenx è la capitale autoproclamata della pesca al salmone
in Francia.Qui i salmoni risalgono le acque per deporre le uova e
s poi muoiono.


Dappertutto ci sono cavalli , mucche che pascolano liberamente tra i prati.

Naturalmente coltivazioni di viti, daltronde la Francia produce buon vino.

La prossima tappa e' il viaggio da Navarrenx verso la costa atlantica toccando
2 paesini molto carini .
alla prossima......
ANTONELLA

domenica 9 gennaio 2011

tronchetto di Navarrenx


 
Volete sapere come nasce questo dolce e perche' si chiama cosi'?
Ora ve lo spiego.
Come sapete ero in Francia per le feste di Natale, in una piccola cittadina
di nome Navarrenx.
Se volete sapere dove si trova , guardate alla fine del post.
Il giorno prima di partire era una domenica grigia, gli altri giorni il tempo
e' stato bellissimo e il clima piacevole, mia cugina Orietta ed io volevamo
fare un dolce.
Ma c'erano pochi ingredienti e cosi' l'unico dolce che potevamo fare era il
rotolo con panna e frutti di bosco.
E cosi' lo abbiamo fatto e devo dire che e' piaciuto molto, ho voluto
dedicarlo a questa cittadina che ci ha ospitato per una settimana, dove ci
siamo trovati benissimo.
Gli abitanti sono delle persone squisite e gentilissime sembrava di essere
a casa nostra, tutti ci salutavano per strada senza averci mai conosciuto.
Ho un bellissimo ricordo di questo angolo di paradiso.
INGREDIENTI
per la pasta biscotto cliccare qui
troverete gli ingredienti e il procedimento
fotografato passo per passo
per il ripieno
ml. 250 panna fresca
zucchero a velo
frutti di bosco e fragole fresche
marmellata
2 ferrero roches per guarnire
non avevamo altro.

PROCEDIMENTO


Mettete in una padellina la frutta fresca con lo zucchero a velo e fatela
asciugare. Abbiamo fatto questo perche' la frutta era acerba.
Montate la panna, non zuccherata
Aprite il rotolo e spalmate un velo di marmellata, noi avevamo quella di
lamponi.
Abbiamo messo 3/4 della panna e poi i frutti di bosco raffreddati.
Ora arrotolate e ponetelo in un piatto da portata
Con la panna rimasta ricoprite il rotolo.
Con la forchetta fate delle linee verticali
sbriciolate 2 ferrero roches , meglio se avete cacao in polvere , date una
spolverizzata


Navarrenx è un comune francese di 1.133 abitanti situato nel dipartimento
dei Pirenei atlantici nella regione dell'Aquitania.

BUON APPETITO
DA
ANTONELLA E ORIETTA

sabato 8 gennaio 2011

Tronchetto di Natale

 
 Ecco qui il mio tronchetto di Natale. 
Il tronchetto di Natale è un dolce di buon auspicio risalente alla tradizione medievale, simula nella forma un ceppo di legno, che un tempo veniva tagliato dalla parte più grossa dell’albero e conservato nella legnaia in attesa della vigilia di Natale, momento in cui veniva posto nel camino dal capofamiglia pronunciando la formula: “Si rallegri il ceppo, domani è il giorno del pane”. tratto dal web
Io lo preparo ogni anno, e' un dolce che fa parte delle mie tradizioni natalizie, insieme allo Presniz sono due dolci che non possono mancare nella mia tavola a Natale.

INGREDIENTI

per la pasta biscotto
gr.70 farina 00 per dolci
gr.40 fecola o maizena
gr.120 zucchero semolato
3 uova
gr.30 burro
1/2 cucchiaino lievito in polvere
sale
zucchero a velo

per la crema di burro al caffe'
gr.125 burro morbido
gr. 75 zucchero a velo
2 tuorli
2 tazzine di caffe' ristrettisssimo
1 bustina di vanillina.

per la crema di burro al cioccolato
gr.125 burro morbido
gr. 75 zucchero a velo
2 tuorli
1 bustina vanillina
gr.150 cioccolato fondente.

PROCEDIMENTO

 
Setacciare le farine con il lievito.Rompete le uova e separate gli albumi dai rossi.
Montate i rossi con lo zucchero, quando saranno spumosi , incorpotate le farine.
Montate gli albumi con un pizzico di sale. Incorporateli delicatamente al composto.

Sciogliete il burro e spennellate una placca da forno rivestita con carta forno.
Il burro rimasto aggiungetelo all' impasto con 2 cucchiai di acqua.

Mettere l' impasto sulla placca e cuocetelo a 180 gradi per 12 minuti circa.
Finche' i bordi non incominciano a colorarsi.

 Nel frattempo bagnate sotto l'acqua uno strofinaccio da cucina e strizzatelo.
 Spolverizzatelo con zucchero a velo.

Eccolo  dopo 12 minuti. di forno .

Capovolgetelo sopra lo strofinaccio.Levate la carta forno.

 E arrotolatelo su se stesso. Lasciatelo raffreddare per un ora.
Intanto preparate le creme di burro.
Per fare la crema di burro alla vaniglia ricetta base:
Montare i tuorli con lo zucchero a velo , quando saranno ben gonfi montate insieme il burro a temperatura ambiente, aggiungere una bustina di vanillina.
Per fare la crema di burro al cioccolato aggiungere il cacao amaro in polvere.
Per fare la crema di burro al caffe' aggiungere il caffe' ristrettissimo o nescaffe'.
La particolarita' di questa crema, ottima per farcire e decorare dolci, e' che appena lavorata e' morbida, ma quando si mette in frigorifero si indurisce.

Aprite il rotolo dopo un ora.

 E spalmate la crema di burro al caffe'.Arrotolatelo.

 Tagliate le estremita' e un pezzettino . come nella foto.


Poi ricopritelo di crema di burro al cioccolato.


ecco qui il tonchetto pronto ci manca ancora una spolveratina di zucchero a velo per l'effetto neve.


Naturalmente e' tradizione a casa mia di essere nella nostra tavola durante il pranzo di Natale, non puo' mancare.
Tantissimi auguri di Buon Natale e serene festivita'
Antonella