martedì 20 gennaio 2015

Puccia di Cortina di segale e uvetta

 
Questa è la colazione che preferivo quando andavamo a trovare mia cugina Patrizia in montagna. Questo tipo di pane è la puccia di Cortina ,un pane di segale con l'uvetta e semi di finocchio o semi di kimmel.
 Tratto dal web:  La Puccia di Cortina è un pane formato da un impasto di farina di segale, farina di grano tenero (30%), erba aromatica, lievito naturale e di birra. Le due farine, quella di segale e quella di grano, vengono lavorate bene fino ad ottenere un elaborato omogeneo e compatto. Poi si formano delle pagnottelle piatte dal peso di 250 gr. l'una che si lasciano lievitare per un'oretta, durante la quale i pani si alzano di circa 2/3 cm. Vengono poi cotti al forno. La zona di di produzione è Cortina d'Ampezzo, in provincia di Belluno.
Io ho voluto dare una forma diversa e la ricetta ho cercato di avvicinarmi il più possibile al mio ricordo gustativo. Devo dire che il mio esperimento è riuscito alla grande. Da provare.
La puccia di Cortina è molto buona accompagnata a ingredienti dolci, ma vi consiglio di provarla anche con i formaggi è buonissima.
 
Ingredienti
per 8 pucce
gr.200 farina manitoba
gr.200 farina di segale
 3 cucchiai di olio evo
gr.25 lievito di birra
ml.200 acqua
gr.100 uvetta
1 cucchiaio malto
gr.8 sale
1 cucchiaio di semi di finocchio o kimmel

Procedimento

Miscelare le due farine con il sale.Sciogliere il lievito con l'acqua tiepida Poi aggiungete tutti gli ingredienti e impastare molto bene, formate una palla .
 
Aggiungere l'uvetta precedentemente ammollata in acqua tiepida, impastare bene.
 Riformare una palla e metterla a lievitare in un posto caldo fino al raddoppio, ci vorranno circa 2 ore.
Spezzare in 8 pezzi l'impasto.
 Formare dei cilindri di una lunghezza di cm.20.
 Accavallate formando un'asola.
 Prendete l'altra estremità e passatela dentro l'asola.
Prendete l'altra estremità e passatela dentro l'asola.
 Fate lievitare fino al raddoppio circa 2 ore in un luogo caldo.
 Infornare a 200 gradi per 30 minuti circa.
Fate raffreddare le pucce prima di consumarle.Potete conservarle in freezer, così avrete sempre pucce fresche per la colazione, basta toglierle la sera prima e lasciarle a temperatura ambiente. Al mattino saranno fresche e fragranti.
Alla prossima ricetta
Antonella

1 commento:

andreea manoliu ha detto...

... Buone per una colazione sana e nutriente !