sabato 12 aprile 2014

Mini pavlove ripiene di ganache al caffè

 
Per festeggiare la festa del papà, mia figlia ha deciso che il dolce adatto a suo padre era una mini pavlova, questa volta ho pensato di farcirla con una ganache al caffè. Devo dire che ha superato le aspettative, troppo buona , secondo me è paradisiaca, provare per credere.


Ingredienti
per la meringa
6 albumi di uova circa gr.180
gr.250 zucchero
gr.1 sale
1 cucchiaio di aceto
gr.15 maizena
2 bustine vanillina
gr.4 lievito in polvere
Ganache al caffe' 
ml.250 panna fresca 
gr.200 cioccolato bianco
gr.30 burro
3 bustine monodose nescaffe'

per decorare
cioccolato in polvere per spolverare

Procedimento
 
Mescolate a parte lo zucchero, la vanillina, la maizena e il lievito in polvere.
 
 
Mi raccomando gli albumi devono essere a temperatura ambiente, aggiungete il sale. Ora accendete il forno a 250 gradi, e intanto prepariamo la meringa.

  
Iniziate a montare gli albumi , quando inizieranno a gonfiare aggiungete un po' alla volta lo zucchero mescolato con gli altri ingredienti. Poco prima che siano ben montati e di spegnere , aggiungete l' aceto un pò alla volta.

 
Ecco la meringa montata , vedete è molto gonfia e densa.

 
 Abbassate il forno statico a 120 gradi per 2 ore, passato il tempo abbassate ancora a 90 gradi per 3 ore.Spegnete il forno e lasciatela raffreddare dentro al forno con lo sportello chiuso.

 
Ecco ora sono pronte per essere farcite.
 
 
Prepariamo la ganache al caffè. Mettiamo in una casseruola la panna fresca e il pezzetto di burro.
 
 
Aggiungete il cioccolato bianco spezzettato .
 
 
E aggiungete il caffè solubile Nescafè.
 
 
Accendete il fuoco e mescolando fate sciogliere il cioccolato bianco. Portate a bollore e pooi spegnete il fuoco.
 
 
Mettete la casseruola a bagnomaria, cioè in un'altra pentola che conterrà acqua freddissima. Con un sbattittore elettrico iniziate a frullare la crema. Se avete difficoltà a montare la ganache, ponetela per un pò in frigorifero poi iniziate a frullare di nuovo, vedrete che monterà subito.

 
Ecco la consistenza che dovrà raggiungere la ganache.
 
 
Prendete un sac-a-poche con beccuccio rigato e riempite le pavlove. Ricopritele con il coperchio precedentemente spolverizzato con cacao.
Servitele fredde.
Al prossimo dolcetto
Antonella
 





giovedì 10 aprile 2014

Ebook gratuito RICOTTA & RICOTTA

https://www.dropbox.com/s/7sfwpqo5bqzqjwg/Ebook_Cucina_Ricotta_Apr14.pdf

Questo ebook ricotta & ricotta è una raccolta di ricette dolci e salate con l' ingrediente principe :       LA RICOTTA. Un lavoro fatto dalla collaborazione di quattro foodblogger: Maria Antonietta Grassi,
Paola Uberti e Simone Simon Rossi ed io .
Scaricate gratuitamente questo ricettario qui

Buona lettura ,
mi auguro che lo troviate interessante
Antonella

mercoledì 9 aprile 2014

Coppette alla banana e nutella

 
Questo dolce fresco al cucchiaio è adatto alle persone che amano le banane e il cioccolato. E' di facile realizzazione e molto veloce. Adatto per essere servito dopo una cena , ma direi che si puo' servirlo anche come merenda per i nostri bambini, direi vostri perchè la mia bambina fra poco compie la bellezza di 30 anni.
Andiamo a realizzare questa coppetta alla banana.

Ingredienti
per 4 persone
4 banane
nutella q.b.
granella di nocciole
 ml.250 panna
4 cucchiai di zucchero
come decorazione
granella di cioccolato
1 banana tagliata in 4 pezzi

Procedimento

 
Tagliare a pezzi una banana e dividerla in 4 coppette.

Ricoprire le banane con una quantità generosa di nutella a vostro piacere.

Spolverate sopra la granella di nocciole.

Montate la panna zuccherata e tenetela da parte. Frullate le banane e incorporatele delicatamente, mescolando dal basso verso l'alto, alla panna.
Versate la crema nelle coppette e ponetele in frigorifero per alcune ore , tiratele fuori dal frigorifero prima di servirle. Decoratele.
Buona degustazione
al prossimo dolcetto
Antonella


giovedì 3 aprile 2014

Colomba pasquale con pasta madre


 
Ho voluto provare a fare la colomba pasquale a fermentazione naturale, nel mio blog troverete anche la ricetta della colomba pasquale con il lievito di birra, qui troverete la ricetta.
Questa ricetta l' ho presa dal maestro della lievitazione Adriano del blog Profumo di lievito se seguite alla lettera le sue ricette vedrete che splendidi lievitati saprete sfornare.
Come tempi dal primo rifresco della pasta madre al momento di sfornare le colombe diciamo poco più di un giorno e mezzo. Con questa ricetta avrete 2 colombe dal peso di gr.750 l'una.

Qui potete vedere nel dettaglio la fetta , non ho messo la frutta candita, magari le prossime metterò delle gocce di cioccolato.

Ingredienti
per 2 colombe da gr.750
gr.110 farina 00 per rinfresco lievito madre

1° impasto
gr.110 pasta madre rinfrescata 3 volte
gr.355 farina manitoba
gr.100 zucchero semolato
gr.90 burro bavarese
1 uovo medio
3 tuorli
gr-145 acqua

Emulsione
gr.30 burro
gr.15 miele d'acacia o d'arancia
gr.30 cioccolato bianco
2 bucce grattuggiate d'arancia
1 bacca di vaniglia
3 cucchiai liquore di amaretto

Glassa
gr.125 farina di mandorle
gr.220 zucchero
gr.120 albumi
gr.25 fecola di patate
2 fialette aroma mandorla
2° impasto
impasto precedente
gr.165 farina manitoba
gr.115 burro
gr.120 zucchero semolato
1 uovo 
5 tuorli
gr.30 acqua
gr. 4 sale fino
gr.220 frutta candita ( io no )

Procedimento
           
ore 9:00 del mattino iniziamo con il primo dei tre rinfreschi
gr.60 pasta madre + gr.60 farina 00 + ml.30 acqua lasciare lievitare  per 4 ore
ore 13:00 secondo rinfresco
gr.50 lievito madre + gr.73 farina 00 + ml.36 acqua  lievitare per 4 ore
ore 16:00 terzo rinfresco
gr.50 lievito madre + gr.75 farina 00 + ml.34 acqua lasciare lievitare fino a sera


 
 ore 19:00 1° impasto
Montiamo la foglia, spezzettiamo il LM nell’acqua (26°) dove avremo messo un cucchiaio dello zucchero previsto, avviamo la macchina fino ad idratarlo.
Uniamo l’uovo e tanta farina quanta ne occorre per formare l’impasto; uniamo in sequenza un tuorlo e una spolverata di zucchero, seguiti a breve da una spolverata di farina, facendo in modo da esaurire i tre ingredienti contemporaneamente e facendo riprendere corda all’impasto prima del successivo inserimento.
 Aggiungiamo il burro non troppo morbido, in tre volte, a metà inserimento ribaltiamo l’impasto.
Montiamo il gancio ed impastiamo a vel. 1,5, fino a che la massa non si presenterà liscia e semilucida.

 
Copriamo la ciotola con pellicola e trasferiamo in forno, con la sola lucetta accesa, per tutta la notte (ca. 12 ore). L’impasto dovrà triplicare.

Questa è la fotografia dell' impasto il mattino dopo.
 
Bisogna preparare la glassa il giorno prima e poi tenerla in frigorifero fino al momoento di usarla.
  1. In una ciotola mettere gr.120 di albumi
  2. unire gr.220 zucchero semolato
  3. aggiungere gr.25 fecola di patate
  4. unire gr.125 farina di mandorle
  5. infine le fialette di mandorla amara
  6. Mescolare bene e mettere in frigorifero.
Preparare l'emulsione:
Sciogliere il burro ed il miele con gli aromi. Fuori dal fuoco aggiungere il cioccolato grattugiato e mescolare con una frusta fino a scioglimento completo, aggiungere il liquore.
 
Ore 9:00 preparare il secondo impasto
 Montiamo il gancio e serriamo l’incordatura del primo impasto, con qualche giro di macchina; uniamo l’acqua con un cucchiaio abbondante di zucchero e facciamo andare a vel. 1,5 per qualche istante. Uniamo uno spolvero di farina e riportiamo in corda.
Aggiungiamo l’uovo con una manciata di farina e lasciamo legare.
 Ora vanno aggiunti i tuorli, uno alla volta, seguiti da una parte di zucchero ed una di farina, curando che l’impasto riprenda elasticità, prima del successivo inserimento.
 I tre ingredienti dovranno esaurirsi contemporaneamente. 
 Con l’ultimo tuorlo, aggiungiamo anche il sale.
 Uniamo il burro morbido (non in pomata), in tre volte, facendo attenzione a non perdere l’incordatura acquisita e ribaltando di tanto in tanto l’impasto nella ciotola.
 Mescoliamo l’emulsione con una frusta, fino a renderla cremosa ed inseriamola poco alla volta alla massa.
Esauriti gli ingredienti, facciamo andare a velocità sostenuta (2), fino ad ottenere il “velo”(nella foto) Uniamo i canditi, leggermente riscaldati al microonde, impastando a bassa velocità giusto il tempo di distribuirli uniformemente.
 Lasciamo riposare 30’, poi spezziamo ed arrotondiamo (pirlatura).
 Copriamo a campana e lasciamo riposare ancora 30’.

  1. Spezziamo in due ogni porzione e formiamo la prima parte che comporrà le ali.
  2.  Formiamo anche la seconda e sistemiamola a croce sulla prima.
  1. Copriamo con pellicola e poniamo a 28 - 30° fino a che l’impasto non sarà arrivato ad un dito dal bordo. 
  2.  Negli ultimi 15’ scopriamo le colombe.
  3.  Mescoliamo con vigore la glassa, servendoci di una frusta e distribuiamola sulle colombe aiutandoci con una tasca da pasticceria ed un beccuccio piatto.
  1. Ricoprite con la glassa le due colombe
  2. mettere sopra alla glassa le mandorle
  3. per finire lo zucchero in granella
 
  1.  Inforniamo a 180° fino a cottura (prova stecchino o temp. al cuore 96°) per 35/45 minuti dopo 10 minuti ho ricoperto le colombe con la carta di alluminio, perchè si colorano troppo, quando mancano 10 minuti a fine cottura levare il foglio di alluminio.
  2.  Capovolgiamo utilizzando degli spiedini o ferri da calza e lasciamo raffreddare.
Per mantenere la sua fragranza e freschezza mettere in un sacchetto di nylon le colombe, dureranno circa un mese, a me neanche 3 giorni, mangiate subito.
Ringrazio Adriano per le sue spiegazioni molto esaudienti, così ho fatto copia e incolla della sua ricetta originale.
Vale la pena farle in casa, poi a fermentazione naturale vengono ancora più soffici.
Un grazie anche a Rita Monastero che mi ha donato il suo lievito madre.
Alla prossima dolcezza
Antonella


lunedì 31 marzo 2014

biscotti cioccolato e arancia

Questi biscottini sono ideali per chi ama il connubbio cioccolato-arancia. Sono molto buoni ideali per uno snack al volo oppure come merenda con una bella tazza di te' fumante.
Anche questa è una ricetta veloce e molto facile da fare. Andiamo a farli.

Ingredienti
Gr.300 farina 00 per dolci
gr.150 burro
gr.100 zucchero
1 uovo
1/2 bustina di lievito in polvere
gr.30 cacao in polvere amaro
gr.80 gocce di cioccolato
2 bucce d'arancia grattuggiate
il succo di un'arancia
sale

Procedimento


Setacciare la farina con il lievito e il cacao amaro in polvere.

Aggiungere tutti gli ingredienti e iniziare a impastare.

Unite le bucce d'arancia grattuggiate.

Per finire unite il succo d'arancia filtrato. impastare e formare una palle e fate riposare l'impasto per 30 minuti in frigorifero.

Passato il tempo levare l'impasto dal frigorifero e fate i biscotti potete usare qualsiasi tagliabiscotti o stampino che volete, date spazio alla vostra fantasia.

Potete farli rotondi e schiacciati....
Oppure quadrati tagliati con uno stampino.

Infornateli in forno preriscaldato a 150 gradi per 10 minuti. Passato il tempo sfornateli e fateli raffreddare.
Se li conserverete in una scatola di latta dureranno molti giorni.
Al prossimo dolcetto
Antonella


giovedì 13 marzo 2014

Brioches con pasta madre di Rita Monastero

 
Sono stata invitata a seguire un corso qui a Grado tenuto dalla Lovely Cheffa (così la chiamano le persone che la seguono) Rita Monastero qui troverete il suo sito . E' stato organizzato da Laguna cookin Grado che ogni mese ospita un corso tenuto da grandi chef .
Io ho partecipato al corso del lievito madre di Rita Monastero, è stato bellissimo , ho acquisito da lei tecniche che non conoscevo e in piu' a fine corso ci ha regalato un pezzo del suo lievito madre che ha portato con se' da Roma. Ora l'ho messo in pratica, questa è la mia ricetta con il lievito madre, il risultato è stato ottimo sono molto contenta. Le brioches sono venute belle e morbide e leggere , da provare. Certo la lievitazione è un pò lunga ma alla fine ne vale la pena.

 
Qui potete vedere la brioches ripiena di nutella , vi assicuro buonissima, le ho conservate in freezer e anche cosìmriacquistano la loro fragranza.
Ingredienti
gr.400 farina manitoba
gr.250 pasta madre o gr.25 lievito di birra
gr.100 burro
gr.100 zucchero
ml.100 latte tiepido
2 uova + 1 tuorlo per spennellare 
1 cucchiaino di miele
sale
scorza grattuggiata di un limone
1 bustina vanillina
nutella o marmellata

Procedimento
 
 ore 8:00 ho iniziato con il rinfresco del lievito madre. 
  1. pesate il lievito madre 
  2. aggiungete lo stesso peso di farina 00
  3.  aggiungete la metà del peso del lievito madre di acqua tiepida
  4. impastare il tutto vigorosamente.
  5. lasciate lievitare per 4 ore in un luogo caldo, in forno spento con la luce accesa.
  6. passato il tempo tenete il lievito madre di cui avete bisogno nella ricetta, il resto riponetelo in frigorifero, io lo tengo nello scomparto della verdura.
  7. io rinfresco il lievito madre ogni 5 giorni , se non lo uso prima.
 
ore 12:00
  1. sciogliere il lievito madre con meta' del latte tiepido con il miele e impstare, io con la planetaria
  2. aggiungere le 2 uova , la vanillina e la scorza grattuggiata di un limone
  3. aggiungere lo zucchero e il burro ammorbidito tagliato a pezzetti
  4. ora alternate la farina con il latte fino alla fine degli ingredienti
  5. per ultimo aggiungere il sale
A questo punto mettete l'impasto a lievitare coperto con la pellicola in forno spento con la luce accesa fino al raddoppio, ci vorranno dalle 6 alle 8 ore
ore 20:00
ora si dovrebbero preparare e dare forma alle brioches. io ho messo l'impasto in frigo per tutta la notte. Al mattino alle 8:00 ho tirato fuori l' impasto delle brioches dal frigorifero e l'ho lasciato fuori al caldo per 2 ore. Passato il tempo iniziamo a preparare le brioches.

 
  1. tirare la pasta con il mattarello su una spianatoia leggermente infarinata
  2. tagliare dei triangoli isoscele
  3. al centro della base fare un piccolo taglietto e al centro mettere un cucchiaino di nutella o marmellata
 
Arrotolate su se stessi i triangoli di pasta brioches.
ore 12:00
 mettete a lievitare in forno spento con la luce accesa per 6/8 ore

 
  ore 19:00
  1.  le brioches sono raddoppiate, sono passate 7 ore
  2. spennellatele con il tuorlo d'uovo
  3. infornarle in forno preriscaldato a 180 gradi per 10/15 minuti, dipende molto dal vostro forno
Ora le foto del corso tenuto da Rita Monastero a Grado  Laguna Cooking








 alla prossima ricetta 
Antonella